L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.
    

22 marzo 2017

Dibattito su Minzolini, inaccettabili insinuazioni su parzialità giudice

Il dibattito seguito alla decisione del Senato di non dichiarare la decadenza di un senatore della Repubblica, dopo la condanna passata in giudicato per un reato contro la pubblica amministrazione, ha registrato alcune dichiarazioni che l’Associazione Nazionale Magistrati ritiene assolutamente inaccettabili. In particolare, quelle che insinuano la parzialità di un componente di uno dei collegi giudicanti – sulla base di una presunta ostilità politica che avrebbe determinato la sentenza di condanna, fino a ipotizzare addirittura il sospetto di una persecuzione politica – costituiscono un grave attacco alla giurisdizione e ne minano la credibilità agli occhi dei cittadini.


Lascia poi sbigottiti l’aver evocato, a paragone, la tragica situazione turca, attraverso un parallelismo inopportuno e fuori luogo, che offende i magistrati italiani e svilisce la gravità delle vicende turche.


L’ANM rigetta ogni tentativo di offuscare l’imparzialità dei magistrati, principio costituzionale a difesa del quale continuerà sempre a svolgere la propria azione, auspicando che chiunque eserciti funzioni pubbliche abbia a cuore gli stessi fondamentali principi.



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati