L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.

29 marzo 2019

Legittima difesa, dubbi di incostituzionalità e minori garanzie

Le dichiarazioni del Presidente Minisci sulla nuova legge


minisci-22062018.jpg

GIOVEDÌ 28 MARZO 2019 13.13.04

Legittima difesa, Anm: Dubbi di incostituzionalità e meno garanzie per tutti Roma, 28 mar. (LaPresse) 
"La nuova legge sulla legittima difesa non tutelerà i cittadini più di quanto erano già tutelati fino ad oggi; al contrario introduce concetti che poco hanno a che fare con il diritto, prevede pericolosi automatismi e restringe gli spazi di valutazione dei magistrati, oltre a portare con sè grandi difficoltà di interpretazione: tutto ciò significa che tutti saranno meno garantiti". A dirlo è il presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati Francesco Minisci. Per non parlare - aggiunge commentando il via libera - "dei numerosi dubbi di incostituzionalità che la nuova legge comporta. Tutto questo lo abbiamo sempre segnalato, anche in Parlamento quando è stato chiesto il nostro parere. E’ bene ribadire poi che, in ogni caso, in presenza di un ipotetico caso di legittima difesa, anche con questa nuova legge, un procedimento penale dovrà essere sempre aperto e le indagini andranno comunque fatte, a garanzia dei cittadini, questo va detto con chiarezza da parte di tutti, altrimenti - conclude Minisci - si danno messaggi sbagliati portatori di gravi rischi e si rende un cattivo servizio alla collettività".



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati