L'ANM è l'associazione cui aderisce circa il 90%
dei magistrati italiani. Tutela i valori costituzionali, l'indipendenza e l'autonomia della magistratura.

7 ottobre 2010

L’Anm sugli uffici giudiziari calabresi

Desideriamo ribadire la nostra profonda solidarietà a tutti i magistrati degli uffici giudiziari di Reggio Calabria e in particolare al procuratore della Repubblica, oggetto di gravi minacce e intimidazioni. Le ultime vicende sono purtroppo solo l'ultima tappa di una pericolosa escalation intimidatoria, che dura ormai da mesi, attraverso una incredibile sequenza di lettere minatorie, spedizione di proiettili, allentamento di bulloni di vetture blindate, collocamento e scoppio di ordigni esplosivi.
E' stupefacente che criminali siano potuti accedere in maniera indisturbata alle sedi giudiziarie e alle abitazioni dei magistrati.
Appare evidente il tentativo di condizionare le iniziative giudiziarie della magistratura reggina sul versante del contrasto alla 'ndrangheta, che nell'ultimo periodo, si sono caratterizzate per intensità ed efficacia.
In questa situazione la risposta delle istituzioni dovrebbe essere forte e corale: è giunto il  momento di dimostrare concretamente impegno e sensibilità nell'azione di sostegno alla magistratura reggina e non limitarsi a sterili proclami di solidarietà. Gli uffici giudiziari del distretto di Reggio Calabria devono essere messi in condizioni di funzionare e di rispondere con efficacia alla domanda di legalità e di giustizia.
In un momento in cui il forte impegno della magistratura e delle forze dell'ordine, con il coinvolgimento della società civile, sta dando risultati concreti nel contrasto alla criminalità organizzata, sarebbe drammatico se lo Stato continuasse a disinteressarsi della Calabria e dei suoi cittadini.





 


 



stampa
Stampa

ANM risponde

Le domande e le curiosità sul funzionamento e gli scopi dell'ANM

Poni la tua domanda


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su notizie ed eventi dell'Associazione Nazionale Magistrati